1987: hacker analogici e orrore ultradimensionale

Manuale del Pulp

headroomt

Non ho voglia di spiegare un bel niente, dovrei dilungarmi troppo per rendere la bellezza di tutto ciò… Solo guardatevi questi due video! Poi, se vi va, andate a cercarvi la storia. Qui e qui se ne parla.

Per quel che mi riguarda, questa è una delle vicende più fighe di cui io abbia mai sentito parlare. E questi video sono un vero capolavoro. Ci sono tutti gli ingredienti giusti, sembra una cosa uscita da un fumetto di Dylan Dog o da un album dei Ramones. Che spettacolo!

Queste sono il genere di cose che incarnano il vero spirito di questo blog!

Tod Browning – Freaks

Cine & Foto

Tipo: Film     Anno: 1932
olga-baclanova-as-cleopatra-after-transformation-in-chicken-woman

Freaks è un film di Tod Browning. Lo stesso Tod Browning che un anno prima, nel 31, dirige il Lugosi nel più memorabile Dracula mai catturato su pellicola. Lo stesso Tod Browning che 30 anni dopo, il 6 Ottobre, sarà trovato morto nel bagno di casa sua. Il film, interpretato autentici “freaks”, si apre con una sorta di mockumentary che termina con le forse discutibili ma stupende frasi:

Una storia come questa non potrà mai più essere filmata, poiché la scienza moderna e la teratologia stanno rapidamente eliminando questi errori della natura.
Con umiltà e incomprensione per le ingiustizie subite da questa gente incolpevole, vi presentiamo la storia più sconvolgente che sia mai stata raccontata sugli abnormi e i reietti. “

In solo 64 minuti di girato (in origine 90, ma la censura dell’epoca non diede scampo arrivando ad eliminare pure l’apice della pellicola, la vendetta dei freaks. Purtroppo la versione integrale è andata perduta.) Browning e i suoi freaks riescono a portare agli occhi dello spettatore un ampissimo spettro di emozioni, cosi ampio che per chi è ben disposto a sensibilità può quasi spaventare. Curioso il canto dei freaks “Gobble Gobble! One of us!” poi ripreso dalla punk band di (mio) culto Ramones e trasformato in “Gabba Gabba Hey!” e la loro mascotte Pinhead, non altri che il microcefalo Schlitzie del film. Non so cosa ne dica la critica, ma ai miei occhi Freaks è un opera iperrealistica, vivida, un sogno troppo lucido, uno spaccato di miserie umane troppo vero per essere vero.

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

DMCA.com Protection Status

© copyright 2015